Cerca nel Sito

Gelato alla Crema con agar-agar



Ingredienti:
  • 200ml di latte
  • 400ml di panna
  • 6 tuorli
  • 110g di zucchero
  • 1 cucchiaino di agar agar
Procedimento:
Sbattere i tuorli con lo zucchero aggiungere latte e la panna e riscaldare rimescolando quasi a raggiungere l'ebollizione, aggiungere poi l'agar l'agar e continuare a mescolare fino a completo scioglimento della polvere, spegnere il fuoco. Lasciare raffreddare il composto, rimescolarlo e poi inserirlo nella gelatiera e azionarla per 20-25 minuti.
Conservare nel freezer massimo per un mese.

Qualche approfondimento e considerazione.
Premetto che è la prima volta che uso l'agar-agar e per questo ho voluto utilizzarlo per un gelato semplice come il classico gelato alla crema. L'agar-agar è un gelificante naturale estratto dalle alghe, viene spesso utilizzato come sostituto della colla di pesce. Il gelato ottenuto da questo composto risulta infatti leggermente più compatto, cremoso... come dire meglio addensato!
L'agar-agar ha un alto contenuto di mucillagini (65%) e di carragenina (sostanza gelatinosa, nota in farmacopea come alginato). La gelatina prodotta dall'agar-agar ha un sapore tenue ed è ricca diminerali. Viene impiegato nella preparazione di gelatine per dessert e aspic, poiché ha la proprietà di non alterarne il sapore naturale. L'agar-agar produce una gelatina più solida di quella commerciale, non si scioglie facilmente, ed è inoltre completamente vegetale. Viene assorbita in minima parte dall'organismo, quindi non fornisce nessun apporto calorico. La sua preparazione è facile e veloce e richiede solo una breve cottura, il tempo più lungo è richiesto per la sua solidificazione: un'ora a temperatura ambiente. Non necessitando di zuccheri per gelificare, è adatta per la produzione di confetture a basso tenore di zucchero.

15 commenti:

Fabiola 6 luglio 2010 23:03  

Ciao terry, buono questo gelato, ma una curiosità perchè usi questo agar agar???

terry982 6 luglio 2010 23:10  

come spiegato nel post lo uso come addensante... baci terry

speedy70 7 luglio 2010 01:08  

Ottimo gelatino, tutto da copiare! Un bacio cara!

maris 7 luglio 2010 03:00  

Allora hai inaugurato la famosa gelatiera di cui mi hai parlato l'altro giorno, brava Terry!! Il gelato alla crema, poi, è uno dei miei preferiti...mmmmm che bontà!!!

lucy 7 luglio 2010 16:58  

non ho mai preso l'agar agar ma mi riprometto di provarlo presto, potrei giusto iniziare dalla tua ricetta

Lo Ziopiero 7 luglio 2010 17:02  

Brava, Terry! :))

Ti rispondo qui: il glucosio è quello liquido.
Per la crema, la prossima volta prova ad aromatizzarla con delle zeste di limone e semi di vaniglia ;-)

Alla prossima :))

Cinzia 8 luglio 2010 00:00  

Ma accidenti ce l'hanno propio tutti la gelatiera!!! Complimenti comunque, anche per i formaggi che ho letto prima...ti seguo subito! Ah, dimenticavo piacere di conoscerti, a presto

Tiziana 8 luglio 2010 07:19  

*_* ne vorrei una coppa per far colazione e magari anche una brioches calda. Qui d'estate è uso fare colazione con la granita, quindi il gelato a rinfrescarmi il palato in questo momento... che goduria. L'utilizzo dell'agar-agar in cucina mi colpisce molto, lo associo al laboratorio e ai biologi che fanno microbiologia. Bella coppa Terry,

baci Tì

katiagioia 8 luglio 2010 12:41  

buono terry!!!! anch'io uso l'agar agar per fare il gelato!!!

Lucia 8 luglio 2010 20:33  

Ciao, Terry! Ma quanto brava sei??? :-) Mi offri una coppetta di questo squisito gelato?

fiOrdivanilla 9 luglio 2010 07:54  

Ciao Terry!! Ohh che bello vedere qualcun altro che, come me, sperimenta gelati con l'agar agar! fantastico, brava!

elena 11 luglio 2010 22:15  

ciao terry, non ho mai provato l'agar-agar ma questa tua ricetta mi ispira ...mi sa che presto sarò in cucina per preparare questo gelato! Grazie per l'affetto con cui mi segui. a presto! elena

fiOrdivanilla 12 luglio 2010 16:58  

Ciao Terry!
guarda, la lecitina io la uso spessissimo perché ha enormi vantaggi, sia come proprietà (addensante, legante, ecc.) sia qualitativamente e nutrizionalmente! Fidati, prova ad usarla e non te ne pentirai :)

sabrine d'aubergine 23 luglio 2010 16:25  

E' questa precisione da speziale che mi incanta dei tuoi post: imparo un po' di chimica, intanto che ammiro le tue produzioni casearie... e non solo. Da oggi ci sono anch'io. Brava!

Sabrine

Giusy 2 agosto 2010 16:11  

Ciao! Vedi che non si finisce mai di imparare !
Grazie! Che poi l'agar-agar producesse una gelatina più solida, proprio non lo immaginavo!!Baci

Posta un commento

Ricette Gastronomiche

Formaggio fatto in Casa

Ricette Cosmetiche

  © Blogger template Simple n' Sweet by Ourblogtemplates.com 2009

Back to TOP